GADGET AZIENDALI – ABBIGLIAMENTO PROMOZIONALE

Parker Pen: storia di una penna iconica

Tempo di Lettura: 4 minuti

Penne parker personalizzate con il tuo logo

Negli anni Ottanta del diciannovesimo secolo George Safford Parker è un giovane talentuoso americano che ha appena terminato gli studi di Telegrafia alla Valentine School di Janesville in Wisconsin, dove gli viene offerto un posto come docente. Lo stipendio è piuttosto basso e, per arrotondare, inizia a lavorare come rivenditore di penne stilografiche per la John Holland Pen Company di Cincinnati. Stanco delle lamentele dei suoi studenti ai quali lui stesso vendeva penne che si rompevano spesso o non funzionavano proprio, Parker si mette all’opera per migliorarne il funzionamento e nel 1888 fonda la Parker Pen Company.

La prima penna stilografica Parker

Con la sua prima penna stilografica Parker risolve il problema delle perdite di inchiostro e con un investimento di 85 dollari ottiene nel 1889 il suo primo brevetto

 

Make a better pen and people will buy it!” è la sua visione per il futuro. 

 

Nel 1891 l’assicuratore William F. Palmer propone a George Parker di la sua azienda entrando in società: lui avrebbe messo il capitale e Parker le idee e metà degli interessi dei brevetti. Nel 1892 The Parker Pen Company è ufficialmente società di capitali con sede a Janesville.

Riproduci video

È il 1894 quando la Parker ottiene un secondo brevetto con un innovativo sistema chiamato “Lucky Curve”: una stilografica con un alimentatore dalla forma curva, in grado di restituire l’inchiostro al serbatoio per capillarità quando la penna non è in uso riducendo notevolmente gli sprechi. Le prime Parker sono prodotte in ebanite.

 

Durante la prima Guerra Mondiale Parker crea per i soldati americani in trincea la Trench Pen: all’estremità contiene piccole pastiglie di inchiostro che all’occorrenza possono essere diluite con acqua e inserite nella stilo per scrivere, risolvendo così il problema dei rifornimenti di boccette. Il nome Trench Pen diventa un nome generico utilizzato per definire tutte le penne, anche di altri produttori, che hanno queste caratteristiche.

Il successo internazionale della Duofold

Con la penna stilografica Duofold l’azienda del Wisconsin balza nel 1921 ai vertici delle vendite: conosciuta con il nome di Big Red la prima versione è realizzata in ebanite di colore rosso vivo, una vera novità in un mondo dominato dal nero e una grande anticipazione dei colori diffusi con l’arrivo della celluloide. 

 

Dal 1926 anche la Parker passa dall’ebanite alla celluloide, introduce un modello più economico – la Parker DQ – e a fine anno anche i modelli Pastels in colori pastello. Dopo la crisi economica del ‘29 la Parker decide di mantenere alto il prezzo delle Duofold ma di proporre una una serie di modelli più economici definita dai collezionisti “Thrift Time” o “Depression Pen”.

 

La Parker51 rivoluziona nel 1941 il mondo delle penne: è una delle prime stilografiche realizzate in resina plastica (la Lucite) con pennino coperto, necessario per poter utilizzare il nuovo inchiostro a essiccamento rapido che tendeva a degradare la celluloide. Negli anni successivi la Parker51 si evolve con una serie di modifiche – come il passaggio dal sistema di caricamento vacumatic all’aeromatic filler –  e diverse versioni, alcune di queste considerate “di lusso” e molto ricercate dai collezionisti.

Nel 1954 nasce la Parker Jotter

La Parker prosegue con l’introduzione di nuovi modelli e tecnologie, sia nel mondo delle penne stilografiche che in quello delle nuove penne a sfera. Nel 1954 la Parker Pen Company inizia la produzione della Parker Jotter, la prima penna a sfera di qualità con refill che diventa l’icona mondiale indiscussa dell’azienda americana.

Nel 1981 viene introdotto il modello Parker RB1, una penna a sfera con un semplice tappo in plastica cilindrico, che nel 1986 diventa “Standard Vector”.

Penna Parker Jotter in acciaio colorato
Penna Jotter in acciaio colorato
Penna Parker Vector con logo
Penna Parker Vector a sfera

Nel 1993 la Parker Pen Company viene acquisita dalla Gillette Company e poi ceduta nel 2000 alla divisione strumenti di scrittura della Newell Rubbermaid, attuale proprietaria del brand.

NON PERDERTI I NOSTRI ARTICOLI!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell’utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell’utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l’informativa sulla privacy e la cookie policy.