GADGET AZIENDALI – ABBIGLIAMENTO PROMOZIONALE

Come migliorare produttività, concentrazione e benessere in smart working

Tempo di Lettura: 5 minuti

Smart working, telelavoro, lavoro agile, lavoro da casa… che confusione! Tutte queste modalità lavorative sono per definizione concetti distinti ma con un denominatore comune: la riorganizzazione dei propri spazi e tempi di lavoro al fine di garantire massima efficienza e produttività in un luogo diverso dalla propria sede aziendale.

Smart working, lavoro agile e telelavoro sono la stessa cosa?

Smart working è il termine inglese per definire una modalità di lavoro flessibile, nei tempi e negli spazi, caratterizzata dall’utilizzo di strumenti e tecnologie che ne ottimizzano i processi e la rendono appunto smart, funzionale e intelligente. 

 

In Italia con il termine smart working si fa riferimento al “lavoro agile”, ovvero un rapporto lavorativo nel quale il lavoratore dipendente può decidere in autonomia quando e dove lavorare, senza obbligo di una postazione fissa.

 

Il telelavoro – detto anche lavoro da remoto – nasce infine negli Stati Uniti negli Settanta con l’avvento dei primi PC che, pur non disponendo di connessioni di rete, introducono il concetto di telecommuting: spostare i dati anziché le persone. 


Spostare la propria postazione di lavoro dall’azienda alla propria abitazione, per un periodo più o meno lungo continuando a svolgere le medesime mansioni con gli stessi ritmi e orari, non è pertanto smart working ma telelavoro.

Smart working e benessere dei lavoratori

Trasformare un angolo della propria casa in un ufficio efficiente, mantenere la concentrazione in una postazione affittata in un coworking, riuscire a rispettare una deadline dal tavolo di un caffè della stazione ferroviaria. I tempi – e le persone – sono cambiati: ora ci richiedono di essere in modalità “smart” in qualunque momento e operativi da qualunque luogo. 


Ecco che la libreria del salotto si trasforma nello sfondo perfetto per una conferenza davanti a migliaia di persone e il bancone del bar in una scrivania sulla quale prendere appunti durante una call urgente. Organizzare la propria postazione di lavoro al meglio è la chiave per il raggiungimento dei propri obiettivi lavorativi, con notevole risparmio e ottimizzazione di tempo ed energie. Parola d’ordine? Flessibilità, certamente! Ma per essere concentrati e produttivi in una condizione flessibile non possiamo dimenticare un ingrediente fondamentale: il benessere di chi lavora.

Qual è la luce ideale per lavorare?

Spesso si trascura l’importanza del fattore illuminazione nelle postazioni di lavoro. La luce, invece, svolge un ruolo cruciale nell’indicare che una determinata area dello spazio ha una funzione specifica. Nella ricerca del luogo più adatto da cui lavorare è bene prediligere una posizione frontale – o perpendicolare – a una fonte di luce possibilmente naturale: una finestra o una vetrina per esempio! 


Nel caso di luce artificiale la soluzione ideale per non affaticare la vista è una luce neutra o calda (3000-4000k), sia per illuminare la stanza che come lampada da tavolo orientabile in base alle attività che si svolgono.

Ascoltare musica rende più produttivi?

Per riuscire a concentrarsi e svolgere le attività lavorative prefissate, senza andare nel panico, è necessario isolarsi dai rumori di fondo. La soluzione più semplice per chi ama la musica è immergersi in una playlist creata ad hoc per raggiungere il giusto livello di concentrazione e stimolare la creatività. Quando si ascolta la musica il cervello rilascia Dopamina: una sostanza chimica che genera una sensazione di piacere nel corpo umano, riducendo così lo stress e favorendo benessere e produttività!

E per mantenere alta l’attenzione durante telefonate e video call? Utilizzare le cuffie – meglio se wireless così da evitare grovigli di fili e potersi muovere liberamente nello spazio – garantisce maggiore isolamento acustico e una qualità audio nettamente migliore.

Auricolari bluetooth 5.0 Prixton con cover in silicone

Auricolari wireless tipo AirPods personalizzabili

Auricolari bluetooth tipo AirPods® per poter ascolate comodamente i tuoi brani ed effettuare telefonate. Grazie al controllo touch rispondere o comandare l'assistente vocale sarà semplicissimo. La pratica custodia inoltre manterrà sempre carichi gli auricolari.
Clicca qui

Ricordarsi di fare pausa!

Programmare le pause all’interno della giornata lavorativa è importante tanto quanto mettere in agenda le chiamate urgenti: combattono la stanchezza e migliorano l’efficienza! Concedersi una pausa-caffè virtuale con un collega, fare due passi per sgranchire le gambe, prepararsi una tazza di tè per distogliere gli occhi dal monitor del computer… ricordandosi sempre di bere almeno 2 litri d’acqua! 

In conclusione

È fondamentale costruire una propria routine, fatta di “to-do list” e “meetings” ma anche momenti per di relax e occasioni per coltivare la socialità: la vera sfida del lavoro flessibile è trovare il giusto equilibrio tra sfera lavorativa e vita privata.

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell’utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell’utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l’informativa sulla privacy e la cookie policy.